Plautus Festival

luglio - agosto 2019
Sarsina (FC)
MAPPA E INFORMAZIONI
Plautus Festival

La Città di Sarsina - antica e graziosa cittadina sulle colline romagnole a circa 30 minuti da Cesena - organizza dal 1956 il PLAUTUS FESTIVAL: uno dei più importanti appuntamenti teatrali estivi dell’intera Italia.
Il Festival, onorando Tito Maccio Plauto, il più grande commediografo latino che proprio a Sarsina ebbe i suoi natali nel 255-251 a.C., intende promuovere il teatro quale antica e nobile arte.
Inaugurato come rassegna di teatro classico, dal 1997, per il valore e la stima acquisita negli anni, è stato riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali Festival di rilevanza nazionale, confermandosi come uno dei pochi spazi vitali nel panorama teatrale italiano.
Il Festival si svolge nei mesi di luglio e agosto, nella suggestiva Arena Plautina, posta ai piedi del borgo medioevale di Calbano, a meno di un chilometro dal Centro Storico di Sarsina, in un declivio naturale immerso in un ambiente di particolare bellezza. L’Arena è in grado di accogliere oltre mille spettatori in sedute numerate. Nel 2008 è stata poi inaugurata una moderna copertura mobile, sia della cavea che del palcoscenico, in grado di assicurare la messa in scena degli spettacoli anche in caso di pioggia.
Ogni edizione include in cartellone 12-15 spettacoli di prosa, rappresentati dalle più importanti compagnie teatrali italiane.
Pur privilegiando il Dramma Antico, il festival non disdegna uno “sguardo” sulla drammaturgia contemporanea. Succede così di trovare nello stesso cartellone Plauto e Racine, Euripide e Dostoevskij, Molière e Pirandello, Shakespeare e D’Annunzio, Goldoni e Pasolini.
Alessandro Gassman, Vanessa Gravina, Giorgio Albertazzi, Elisabetta Pozzi, Mario Scaccia, Manuela Mandracchia, Giuseppe Pambieri, Lia Tanzi, Massimo Venturiello, Pamela Villoresi, Arnoldo Foà, sono solo alcuni degli attori e delle attrici che ne hanno calcato le scene, decretandone un crescente ed ininterrotto successo di pubblico e di critica.
Un appuntamento che richiama ogni anno migliaia e migliaia di spettatori dalle più vicine località turistiche della riviera romagnola, fino alle più lontane città metropolitane di Milano, Torino, Venezia, Genova, Firenze, Roma.
Per maggiori info: www.plautusfestival.it

SARSINA – QUELLO CHE NON TI ASPETTI!
- il Museo Archeologico Nazionale: uno dei più importanti musei archeologici dell’Italia Settentrionale.
Nelle serate degli spettacoli il Museo protrae l’orario di apertura anche al fine dello svolgimento di visite guidate.
Per maggiori informazioni:
www.comune.sarsina.fc.it/museoarch/museo.htm
- la Basilica Cattedrale di San Vicinio: eretta intorno all’anno Mille, è uno dei migliori esempi di stile romanico in Romagna. L’interno tipico della basilica latina, presenta una navata centrale larga il doppio delle due laterali. Notevoli l’ambone del presbiterio, risalente al XII sec., con i simboli dei quattro Evangelisti ed il bassorilievo marmoreo, ai piedi dell’altare, databile al sec. X. Nella cappella di S. Vicinio è custodita la catena del santo taumaturgo che dà il nome alla Cattedrale, meta continua di pellegrini che qui giungono, numerosi, dall’Italia e dall’estero. Nelle serate degli spettacoli la Basilica protrae l’orario di apertura. Alle ore 18:00 circa sarà possibile usufruire di una visita guidata gratuita.
Per maggiori informazioni: www.basilicadisanvicinio.it
- il Parco delle Marmitte dei Giganti: grazie ad un significativo intervento di recupero realizzato negli scorsi anni, è possibile visitare in tutto il suo fascino questo fenomeno, unico in Romagna, di erosione della pietra arenaria dovuto allo scorrere vorticoso dei torrenti Lagaccio e Mulinello. Il Parco è attrezzato con aree di sosta ed è facilmente raggiungibile dal Centro storico di Sarsina.
Per maggiori informazioni:
www.comune.sarsina.fc.it/turismo/marmitte.htm
- Il Cammino di San Vicinio: con quattordici tappe e otto tra deviazioni e collegamenti, per un totale di oltre 300 km, il Cammino di San Vicinio attraversa i luoghi più cari al Santo taumaturgo in un lungo itinerario che fa incontrare borghi e paesi, boschi e spazi aperti, reperti storici e architettonici immersi in una natura che, in ogni stagione, regala colori e profumi indimenticabili.
Per maggiori informazioni: www.camminodisanvicinio.it

Biglietteria (dal 2 luglio): 0547 698102
Biglietteria on-line: www.vivaticket.it