Ecomuseo delle Erbe Palustri

Villanova di Bagnacavallo, situata lungo l'argine sinistro del fiume Lamone, anticamente faceva parte di un complesso sistema territoriale di corsi d'acqua e zone umide. I primi abitanti di quei luoghi sfruttarono le modeste risorse che l'ambiente offriva loro, avviando la raccolta e la lavorazione di erbe spontanee con le quali realizzare varie tipologie di manufatti.
Nel corso degli anni questa originale forma di artigianato si è sviluppata fino a divenire, tra Ottocento e Novecento, una delle principali imprese economiche della zona.
L'Ecomuseo delle Erbe Palustri conserva memoria di quel saper-fare e di quella stagione produttiva e documenta il contesto ambientale ed economico in cui il paese viveva.
L'Ecomuseo è parte dei Musei Civici del Comune di Bagnacavallo e la gestione è affidata all'Associazione Culturale Civiltà delle Erbe Palustri.

  • La collezione dell'Ecomuseo è distribuita su quattro piani con un percorso di visita che comprende:
  • sala didattica con video introduttivo che sintetizza le vicende storiche, ambientali e produttive del territorio;
  • ricostruzione della “casa laboratorio”, cucina e luogo di lavoro dove gli artigiani del “Cantiere Aperto”, durante le visite guidate, presentano dal vivo le antiche tecniche di lavorazione dell'erba di valle;
  • supporti multimediali e testimonianze del mondo della valle e della comunità villanovese;
  • sala immersiva con proiezione degli ambienti vallivi più belli del Parco del Delta del Po;
  • sezioni espositive dei cicli produttivi delle cinque erbe (tifa, giunco lacustre, carice, canna palustre, giunco pungente), i cui manufatti costituiscono la raccolta di intrecci più ricca d'Europa, e sezione del legno nostrano (salice e pioppo);
  • sezione dedicata alle costruzioni in canna palustre e al suo impiego in bioedilizia;
  • “Giocare con niente”: raccolta di giochi di una volta costruiti con materiali naturali e di recupero;
  • Etnoparco “Villanova delle Capanne”: sezione espositiva all'aperto con ricostruzione delle principali tipologie di capanni romagnoli e orto-giardino dei fiori e degli odori dimenticati.

SERVIZI
Visite guidate e laboratori didattici (su prenotazione), dedicate alle scolasersche (dalle materne all'università), su prenotazione anche gruppi
Accessi facilitati per diversamente abili
Sala convegni, servizio caffetteria, sala conviviale con cucina per pranzi al sacco, assaggi di prodotti tipici, cucina tradizionale, genuina e di qualità

Orari di apertura: da martedì a venerdì 9.00-13.00 
sabato 9.00-13.00 e 15.00-18.00 ▪ domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.00
lunedì chiuso

Ingresso: intero € 2,00 ▪ gratuito per bambini fino a 10 anni, disabili e accompagnatori, soci ICOM, guide turistiche



PER INFORMAZIONI
0545 47122-47951 - Fax 0545 47950
erbepalustri@comune.bagnacavallo.ra.it
erbepalustri.associazione@gmail.com
www.ecomuseoerbepalustri.it